Il Battistero inserito nella Guida al Parmigiano Reggiano di Slow Food

Il Battistero inserito nella Guida al Parmigiano Reggiano di Slow Food

Siamo tra gli 8 caseifici della Provincia di Parma presenti nella pubblicazione, scelti per l’alta qualità delle stagionature e l'attenzione alla vendita diretta

Che il Caseificio il Battistero fosse “slow” già si sapeva, perché la cura che i nostri mastri casari mettono nel produrre il re dei formaggi è da sempre rispettosa dei tempi di produzione.

Il tempo, infatti, è un fattore essenziale per il Parmigiano Reggiano.
 Antico di oltre otto secoli, questo formaggio a grana è quello con il più alto tempo di stagionatura del mondo: esso può maturare fino a sei anni e anche più, mantenendo intatte le sue qualità organolettiche, anzi… migliorandole ed esaltandole!

Il Parmigiano Reggiano, quindi, si è fatto nel tempo e si fa nel tempo.
 Ad accorgersi di questa “lentezza” piena di gusto e di salute è stata anche l’associazione Slow Food, nata per promuovere il diritto al gusto del cibo e per difenderne il giusto valore.

Nella pubblicazione “Guida al Parmigiano Reggiano”, presentata al Salone del Gusto di Torino questo settembre 2016, Slow Food va alla scoperta dei caseifici che hanno una particolare vocazione alla vendita diretta e al rapporto con il consumatore: quelli, che, attraverso le loro scelte di produzione, vendita e promozione sanno raccontare e valorizzare al meglio il Parmigiano Reggiano.

Tra i 132 caseifici recensiti all’interno della guida ci siamo anche noi!
 Ma non solo… siamo stati scelti anche tra i 22 caseifici del Consorzio e gli 8 della Provincia di Parma segnalati da Slow Food per l’alta qualità delle stagionature.